Guida: cosa sono IPO – OPV – OPVS – OPS

Scritto il alle 17:00 da slevin@finanzaonline

Il mondo dei mercati finanziari è spesso complicato e incomprensibile, soprattutto perché vengono utilizzate sigle e acronimi apparentemente senza nessun significato. In questa fase di mercato, caratterizzata da un cospicuo numero di aziende che in Italia stanno decidendo di ritornare a quotarsi in Borsa, è dunque importante fare chiarezza su alcune sigle utilizzate in ambito finanziario. In fase di collocamento di titoli azionari si sente parlare di IPO, OPV, OPVS e OPS. Vediamo di capire a cosa si riferiscono e quando entrano in gioco.

– IPO
Sigla di derivazione inglese (Initial Public Offering), si può tradurre in italiano con Offerta Pubblica Iniziale.
E’ relativa all’offerta di titoli che una società fa al pubblico quando vuole quotarsi in Borsa. L’IPO viene promossa da coloro che possiedono le azioni del gruppo che si vuole quotare in Borsa. Con questa operazione viene allargata la partecipazione al capitale sociale. I motivi di questa scelta possono essere vari. Molto spesso un’azienda sceglie di entrare in Borsa lanciando la sua IPO per una necessaria riorganizzazione strutturale finanziaria tesa a ridurre l’indebitamento e/o a lanciare nuovi programmi di sviluppo . In altri la decisione è legata alla necessità di allargare il numero di soci in vista di un ricambio generazionale dei soci di controllo o in scia a una ridefinizione del numero e del peso dei diversi soci. L’IPO può inoltre rappresentare un mezzo per accedere più agevolmente al mercato dei capitali, con l’azienda che potrà beneficiare di un costo del denaro minore rispetto al tradizionale canale bancario. Un ulteriore motivo per cui un’azienda decide di quotarsi in Borsa è legato a una migliore valorizzazione economica della stessa e alla possibilità di entrare con più facilità nei processi di acquisizione e fusione con altre realtà aziendali.

L’impresa che decide di promuovere la sua IPO ha diverse soluzioni tra cui scegliere le modalità d’ingresso nel mondo delle quotazioni finanziarie:

– OPV

Acronimo di Offerta Pubblica di Vendita, con questa scelta il Consiglio di Amministrazione della società che ha deciso di quotarsi in Borsa mette in vendita una parte della proprietà mediante il rilascio sul mercato di quote azionarie societarie già esistenti, ossia che non devono essere emesse per l’occasione. LOPV è una modalità piuttosto diffusa come ingresso sui mercati regolamentati dal momento che i ricavati dalla vendita non vengono trasferiti nelle casse della società ma sono destinati agli azionisti venditori. Questa soluzione trova applicazione soprattutto nella privatizzazione delle aziende pubbliche, con le risorse raccolte in fase di quotazione della società che vengono destinate alle casse statali.

– OPS

Acronimo di Offerta Pubblica di Sottoscrizione, con questa modalità di quotazione in Borsa il Consiglio di Amministrazione sceglie di collocare sul mercato azioni di nuova emissione. In questo modo a trarre beneficio sono le casse societarie nelle quali arrivano nuovi capitali da usare per investimenti e/o esigenze patrimoniali senza la necessità di pagare interessi sul capitale raccolto. Su quanto raccolto sul mercato i soci non hanno nessun diritto di acquisizione prioritaria. Con l’OPS si vuole aumentare il capitale di rischio dell’impresa senza chiedere sacrifici economici ai soci già in essere. A differenza dell’OPV, l’OPS porta a un effettivo aumento del capitale sociale.

– OPVS

Acronimo di Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione, questa terza modalità di quotazione in Borsa prevede l’utilizzo congiunto delle due modalità precedentemente descritte. L’OPVS viene utilizzata principalmente quando un’azienda ha bisogno di un profondo intervento strutturale finanziario, con l’uscita dei soci esistenti e l’ingresso di nuovi e la contemporanea emissione di nuove azioni per l’aumento di capitale.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: , , , ,   |
Nessun commento Commenta

Stoxx Giornaliero Buongiorno, prosegue la fase ribassista del ciclo mensile inverso che è ar
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us