Cos’è la Troika?

Scritto il alle 15:00 da slevin@finanzaonline

troika cos'èSubito dopo aver trionfato nelle recenti elezioni politiche tenutesi in Grecia, Alexis Tsipras, il leader del partito di sinistra Syriza, ha risolutamente affermato la fine della Troika.
Una dichiarazione molto forte e impegnativa, che ha ancora una volta riportato all’attenzione generale un termine ormai largamente usato dai media e diventato un simbolo negativo per tutti gli euroscettici e gli assertori della necessità di rompere con le politiche di austerity che hanno provocato il progressivo impoverimento di alcuni paesi. Una politica pagata in particolare dalla Grecia e che ha provocato la vera e propria ribellione della popolazione ellenica, espressa risolutamente a favore del partito che prometteva di rompere con le politiche di bilancio imposte al paese.

Ma cosa è esattamente la Troika? Il termine ha iniziato a fare breccia nel linguaggio giornalistico soprattutto a partire dal 2011, proprio in coincidenza con lo scoppio della drammatica crisi economica che ha riversato i suoi disastrosi effetti in particolare contro la Grecia. La Troika è in pratica un organismo di controllo informale varato a partire dal 2008 con il preciso compito di far fronte all’emergere e all’intensificarsi della crisi economica diffusasi sul vecchio continente. Una crisi dovuta in particolare allo scoppio della bolla dei mutui subprime negli Stati Uniti e alla decisione da parte delle banche di liberarsi dei cosiddetti titoli tossici, in particolare i famigerati derivati, scaricandone il costo sulle economie nazionali.

Il termine Trojka serve in pratica a indicare il vero e proprio triumvirato costituito da tre istituzioni, due europee (Banca Centrale Europea, BCE, e Commissione Europea, CE) e una internazionale (Fondo monetario internazionale, FMI). I leader di questi organismi sono Mario Draghi (BCE), Jean Claude Juncker (CE) e Christine Lagarde (FMI). Personalità di grande spessore, che però sono diventati i simboli di un potere inviso a buona parte dei cittadini europei, in particolare a quelli dei paesi che sono stati costretti a sottoporsi alle politiche di bilancio che hanno praticamente azzerato i consumi e il potere di spesa dei ceti popolari.
Andrebbe peraltro precisato come i pareri espressi dalla Trojka non siano vincolanti, ma vengano espressi sotto forma di consigli. Allo stesso tempo, però, si tratta di consigli che ove non rispettati possono avere conseguenze di larga portata. Come è stato dimostrato da quanto successo in occasione della trattativa tra il nuovo governo greco guidato da Tsipras e i rappresentanti delle istituzioni europee. Mentre da una parte il nuovo Presidente del Consiglio ellenico cercava di mettere da parte il vecchio memorandum, la controparte ne chiedeva invece il rispetto integrale.
La mancata adesione del governo greco ai consigli e alle raccomandazioni espresse dalla Trojka, in particolare quelle relative alle privatizzazioni e al licenziamento di un congruo numero di dipendenti statali, è stata stigmatizzata dalla controparte. Un avvertimento seguito dalla decisione di Mario Draghi di escludere proprio la Grecia dal Quantitative Easing, l’ormai celebre bazooka con cui il Governatore della Banca Centrale Europea si propone di ridare fiato all’economia reale dell’Eurozona. Una decisione che sembra dimostrare come in fondo non si tratti propriamente di semplici consigli.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Malgrado la sua giovane età, il BitCoin si è già reso protagonista di diverse avventure. È p
PREVISIONE Come da previsione scorsa tra venerdì e oggi, lunedì 20 Novembre 2017, sar
Piazza Affari. Inizio di settimana difficile per l’indice FTSE Mib, che dopo poco più di un’o
Guest post: Trading Room #265. Settimana difficile per la borsa italiana che però non va ancora a
Oggi incominciano da qui, dalla politica monetaria, gli amici di Machiavelli lo sanno già, la n
Nella trattativa sulle pensioni nessuno vuole la responsabilità di rompere la trattativa per cui gl
Analisi Tecnica Arrivianmo al supporto a 21900 dove tentiamo l'inversione con un hammer. Segnale
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: